Carlo Maria Martini è morto: Milano dice addio al suo cardinale emerito

Scritto da: -

Ecco il ricordo del sindaco di Milano Giuliano Pisapia e del presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni.

cardmartini2.jpg

Si è spento a 85 anni l’arcivescovo emerito di Milano Carlo Maria Martini, in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Ecco uno stralcio della sua biografia riportata dal Corriere.

Nato a Torino nel 1927, il Cardinal Martini, 85 anni, è stato arcivescovo di Milano dal 1979 al 2002. Entrato nella Compagnia di Gesù a soli 17 anni e poi sacerdote a 25, il cardinale Martini è stato rettore del Pontificio Istituto Biblico e poi della Pontificia Università Gregoriana, prima di diventare arcivescovo di Milano nel 1979, ruolo che ha coperto fino al 2002.

Ecco il tweet di Roberto Formigoni:

“Mi stringo in preghiera per lui col cardinale Scola e la Chiesa ambrosiana”

Questo invece il messaggio del sindaco di Milano Giuliano Pisapia:

“I tempi difficili hanno bisogno delle parole di saggezza e di speranza dei grandi uomini. Carlo Maria Martini ha illuminato il cammino della città tutta, non solo di una parte, Per questo, oggi ancor di più, Milano rimpiange il ’suo’ Arcivescovo […] La sua frase ‘chi e orfano della casa dei diritti difficilmente sarà figlio della casa dei doveri’ mi ha sempre accompagnato nelle mie scelte più difficili  prova che laici e cattolici possono e debbono camminare insieme. Qui, nella nostra citta, davanti a questioni che sembrano piccole, e nel mondo davanti alla grande questione della pace tra i popoli. Faremo nostro -da Milano a Gerusalemme- dove Martini ha trascorso i suoi ultimi anni, questo suo impegno. Ci mancherai. Mi mancherai, caro Arcivescovo”

Quando gli fu conferita la Grande Medaglia d’Oro della città, il 28 giugno 2002, Martini disse:

“Milano non può, nel nome dell’identità, perdere la sua vocazione all’apertura, perché proprio questa è iscritta nella sua identità, cioè la capacità di integrare il nuovo e il diverso. L’accoglienza, come categoria generale, non è per la milanesità solo un affare di buon cuore e di buon sentimento, ma uno stile organizzato di integrazione che rifugge dalla miscela di principi retorici e di accomodamenti furbi, e si alimenta soprattutto ad una testimonianza fattiva”

Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale Cittadini in coda per la camera ardente del cardinale

(fonte immagine infophoto)

LINK UTILI

Carlo Maria Martini è grave: il cardinale è peggiorato e ha rifiutato l’accanimento terapeutico.

Scola arcivescovo di Milano: PD, CL e la curia.

Card. Martini si aggrava: non facciamolo diventare un simbolo di morte laica.

Papa a Milano messaggio ai giovani a San Siro: “Siate Santi”.

E’ morto il Cardinal Martini: l’arcivescovo emerito di Milano aveva 85 anni.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!